La Sfida Del Mix In 3 Ore

3oclockSe vi trovate continuamente a lottare con il fatto di non riuscire a finire i vostri mix e di non riuscire ad uscire dal tunnel di apportargli costantemente modifiche, ho una soluzione per voi.

Potrà fare al caso vostro oppure no, ma quello che farà sarà darvi un nuovo modo di pensare ad approcciarvi al mix della vostra canzone: datevi 3 ore di tempo nel quale effettuare il vostro mix. Tutto qua! Suona troppo poco convincente? Okay, allora vi dirò di più.

Perché ridurre il tempo?

La verità dal punto di vista umano è che le nostre vite sono piene. Piene di cose da fare, abbiamo un partner, un lavoro, degli amici da frequentare, commissioni da svolgere, e potrei andare avanti all’infinito. Fatto sta che il nostro tempo è limitato e la musica che vogliamo creare risente di questo limite.

Dal punto di vista musicale, più andiamo avanti più troveremo difetti e cose ma non vuol dire che debbano per forza bisogno di essere cambiati. Per citare uno dei mixer che io stimo di più:

Time is your enemy in mixing, the longer it takes the worst it gets! – Chris Lord-Alge (Green Day, Bruce Springsteen, Bon Jovi, Muse..) fonte (minuto 4:20)

Ovvero “Il tempo è tuo nemico nel mixaggio, più ci metti più diventa peggio!”. Se vi sembrano in contrasto tra di loro, vi dirò per esperienza personale che dovete ovviamente dedicare un certo periodo di tempo ma “quel certo periodo” non deve diventare infinito, perché più andrete avanti e più perderete obiettività e vorrete cambiare qualcosa.

Il vantaggio di avere limiti

Come può un limite di tempo giovare al mio mix? vi chiederete. Pensate nella vostra vita quante volte avete dovuto fare qualcosa sotto pressione: un compito a lavoro, un esame preparato in poco tempo, qualsiasi cosa. Ciò che è accaduto è che avendo un tempo limitato avete applicato molte delle vostre forze e dalla vostra concentrazione in quel tempo limitato e, al di là dei risultati ottenuti, è probabile che siete stati molto più produttivi di quanto lo siete stati con maggiore tempo.

Ecco perché ridurre il tempo da dedicare ai vostri mix può giocare a vostro vantaggio: concentrerete le vostre energie, le vostre idee e la vostra concentrazione in un lasso di tempo ben definito, anziché disperderlo e le probabilità sono che riuscirete ad ottenere risultati migliori. Procrastinare e rimandare serve a ben poco ed è totalmente controproducente, ecco perché quello che potete fare in, diciamo, una o due settimane potreste farlo meglio in poche ore.

Prendete un cronometro e via!

deadlineCome funziona dunque questa sfida del mix in 3 ore? Semplicemente, prendete una parte della vostra giornata nella quale avete tempo a disposizione (mattina, pomeriggio, sera.. quando volete!), impostate un cronometro su 3 ore e mixate. Mixate consapevoli del fatto che 3 ore dopo dovrete aver finito il vostro mix e dovrete prendere delle decisioni sul vostro mix, dovrete fidarvi del vostro istinto di ascoltatore e non potrete rimandare a un’altra volta perché il vostro tempo finirà da lì a 3 ore. Ovviamente, fate una pausa a metà della vostra sessione oppure una ad ogni ora.

Una volta finite le tre ore, qualsiasi cosa voi stiate facendo, salvate la sessione, chiudete la vostra DAW e andate via! Esatto, anche se siete nel bel mezzo di qualcosa di importante. Andate via, perché se resterete di fronte al vostro computer le ore diventeranno 4 o 5 e farete cose che sul momento vi sembreranno giuste ma in realtà rovineranno il vostro mix. Andate via! Avete fatto abbastanza per oggi.

La prova del nove

Come fate però a sapere se avete fatto un buon lavoro oppure no? Prendetevi un giorno o due di distacco dal vostro mix. Passato questo tempo, usate lo stesso principio: datevi un tempo molto più breve (tipo 30 minuti), ascoltate la canzone dall’inizio alla fine e appuntatevi su un foglio di carta le cose che credete debbano essere migliorate, effettuate solo queste modifiche, poi chiudete e andate via. Ripetete questo controllo un’altra volta ma poi basta.

Se il mix vi sembrerà buono ma troverete ancora delle cose non vi piacciono, odio dirvelo ma dovrete accettare queste cose, perché anche a distanza di un anno ci sarà sempre qualcosa che vorrete cambiare. Il punto è che se il mix vi sembra buono dovrete prenderlo per buono perché dovrete arrivare ad un punto nel quale dovrete semplicemente finire il vostro mix e andare avanti con il prossimo.

Ovviamente, se non proprio riuscite ad avere 3 ore libere potete dividerle in più sessioni: due da un’ora e mezza, tre da un’ora. L’importante è che impostate un tempo massimo entro il quale dovrete effettuare il vostro mix

Che vi piaccia o no, fare mix mediocri fa parte della strada per arrivare a fare grandi mix e vi insegnerà moltissimo. Non c’è scappatoia al duro lavoro. Bisogna lavorare sodo, fallire, accettare di aver svolto un lavoro mediocre ma bisogna finire ed andare avanti. Solo così si arriverà a creare grande musica!

Annunci

Autore: Carlo

SNAPCHAT | mtatt83

2 thoughts on “La Sfida Del Mix In 3 Ore”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...