Ottimizzare Le Proprie Registrazioni Con Un Hard Disk Esterno

Screen Shot 2014-08-01 at 11.21.23I computer moderni sono davvero potenti e ormai, in un qualsiasi computer acquistato negli ultimi due anni che sia Mac o PC, le prestazioni sono davvero alto tanto che la RAM conta fino ad un certo punto, almeno se pensiamo ad una sessione che abbia, diciamo, una ventina di tracce ed alcuni plug-in che risucchino più o meno potenza.

Nei computer moderni c’è un altro fattore che è importante per quanto riguarda velocità e prestazioni, ovvero l’hard disk. C’è un piccolo trucchetto per ottimizzare la velocità, e dunque le prestazioni, del proprio hard disk: quello di usare un hard disk esterno per registrare e salvare le proprie sessioni.

Non fate fare tutto all’hard disk di sistema

Il concetto sul quale si basa questa teoria è semplice. Generalmente un hard disk legge i dati che poi andrà a “lavorare”, dunque tutto quello che noi ascoltiamo viene letto e riprodotto dal computer. Se nel frattempo usiamo lo stesso hard disk per scrivere (cioè per registrare audio), il nostro computer scriverà, leggerà e riprodurrà audio tutto dallo stesso hard disk, dunque impiegherà più energie.

Usando un hard disk esterno, il nostro computer leggerà e scriverà sull’hard disk incorporato, ma lascerà che sia l’hard disk esterno ad occuparsi della scrittura. Dunque, dato che ciò che farà sarà solo leggere e riprodurre dall’hard disk di sistema, lavorerà più velocemente, perché a scrivere ci penserà l’hard disk esterno.

I vantaggi di un hard disk esterno

toledo-computer-repair-hard-drive-pageUsare un hard disk esterno può essere un po’ fastidioso se per caso si effettuano registrazioni fuori dal proprio studio perché dovremmo portarlo con noi, ma in realtà ha dei vantaggi anche al di fuori della velocità e della prestazione. Ad esempio, se il nostro Mac o PC subirà una perdita grave o totale dei dati, la nostra musica sarà al sicuro perché è in un hard disk differente.

Inoltre, se ad esempio dovrete portare la vostra musica da un amico o in studio, tutto ciò che dovete fare e portare con voi l’hard disk soltanto. Se poi lo studio o il vostro amico usa la stessa vostra DAW, potrete semplicemente aprire la sessione ed iniziare a lavorare subito.

Scelta ed impostazione sono semplici

Quello che dunque potrete fare è semplicemente prendere un hard disk esterno (meglio se con alimentazione autonoma) ed impostarlo come unità di registrazione nella vostra DAW. Inoltre, tenete anche le sessioni delle vostre canzoni sull’hard disk esterno.

Se non ne avete uno e volete acquistarlo, le opzioni sono molte sul mercato: in un qualsiasi rivenditore locale o su internet, con meno di 100€ potete avere un hard disk che ha almeno 1 TB di memoria. USB, Firewire, dipende da voi e da come vi piace lavorare. Assicuratevi soltanto che sia compatibile con il vostro sistema e che il vostro computer abbia le caratteristiche necessarie per farlo funzionare. Ad esempio, se avete un Mac fate attenzione perché alcuni hard disk potrebbero non funzionare, o meglio, nella confezione non è indicata la compatibilità con Mac ed in realtà funziona, ma potreste avere dei problemi. Scegliete con cura!

Annunci

Autore: Carlo

SNAPCHAT | mtatt83

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...