Niente Telefono O Social Network Mentre Si Fa Musica!

internet-shutdown-in-july-2012La produttività da casa è sempre stata una specie di croce e delizia: si è nel comfort casalingo e nell’ambiente a noi familiare nel quale possiamo comportarci in assoluta libertà, ma allo stesso tempo siamo circondati da distrazioni che possono farci allontanare dal nostro compito in un attimo.

Se vi dicessi che esiste un metodo totalmente gratuito e facile da applicare che può ridurre al minimo le vostre distrazioni e di conseguenza aumentare la vostra produttività? È semplice, e abbiamo tutti già modo di applicarlo.

Isolate il vostro computer!

Lavorando al computer, la tentazione di andare su Twitter o Facebook per controllare i sorteggi di Champions League o le informazioni trapelate sul prossimo Keynote della Apple è forte, fortissima. Quello che più ci fa pensare che sia una cosa innocente e totalmente innocua è pensare cose del tipo Soltanto un’occhiata! oppure Solo un attimo e poi mi rimetto a lavoro!

Il problema è che dai sorteggi di Champions League andremo a finire al tweet o al post di un nostro amico che rimanda ad un link che poi andremo a visitare, poi torneremo per commentare o ritwittare, nel frattempo noteremo un altro tweet o post e senza nemmeno farci caso sarà passata mezz’ora o più.

La soluzione in realtà è molto semplice: staccare il Wi-Fi dal vostro computer. Sembra una sciocchezza, ma in realtà ci poniamo in una condizione psicologica nella quale ci isoliamo dal resto del mondo per lavorare alla nostra musica.

Smartphone in modalità emergency-only

La portabilità di internet sempre con noi però fa sì che disconnettere il computer da internet non ci isola completamente dalle distrazioni. Ecco perché dobbiamo prendere cura di isolare internet anche nel nostro smartphone. Considerando il fatto che il nostro home studio dovrebbe essere organizzato in modo da essere accessibile e creativo, bisogna eliminare anche ogni possibile distrazione. È facile iniziare a chattare su WhatsApp con gli amici o guardare foto su Instagram, ma benché soprattutto la prima possa sembrare innocua perché è questione di pochi secondi per rispondere ad un messaggio, in realtà quello che stiamo facendo è ridurre la nostra concentrazione. Ecco perché non dovremmo dare attenzione al nostro smartphone.

Non possiamo però lasciare il telefono sotto un sasso ed abbandonarlo, ma possiamo semplicemente creare una modalità che faccia suonare il nostro smartphone soltanto in caso di telefonate e silenziare tutto il resto. Oppure, possiamo metterlo nella nostra stanza ma lontano da noi. In questo modo useremo come arma produttiva la nostra naturale pigrizia da esseri umani.

Meno distrazioni, più produttività!

icons_property_managers-resizedHo già parlato nel mio eBook di come e perché darsi dei limiti funziona: ci aiuta a concentrarci. Tuttavia, quello che possiamo fare è darci un certo limite di tempo entro il quale quello che dobbiamo fare è lavorare alla nostra musica e basta. Un metodo che funziona spesso è quello di impostare un cronometro che ci dia un tempo definito entro il quale lavorare. Ovviamente, ogni tanto dovremmo fare una pausa perché siamo umani e non scimmiette.

Semplicemente eliminando la connessione ad internet sul vostro computer e silenziando gli allarmi di vari social network e email sul vostro cellulare aumenterà la vostra produttività, perché eliminando le distrazioni automaticamente aumenteremo il flusso di continuità della nostra sessione di lavoro. No internet, no party!

Produttori di noi stessi!

L’autodisciplina è fondamentale in questo! Il fatto di non avere qualcuno (tipo un produttore) che è lì con noi e ci spinge a lavorare continuamente purtroppo gioca un grande, grandissimo ruolo per distrarci. Ma quello che dobbiamo pensare è che non abbiamo tutto il tempo del mondo per fare la nostra musica, anzi.

Se vogliamo davvero comportarci come dei professionisti, e abbiamo già visto come i professionisti come Jack White si approcciano alla musica, dobbiamo smetterla di procrastinare, concentrarci, essere i produttori di noi stessi, darci dei limiti e trattare la nostra musica con rispetto. Per le e-mail, i post di Facebook e i messaggi di Whatsapp possiamo ritagliare un sacco di tempo durante la nostra giornata, ma non mentre facciamo musica!

Annunci

Autore: Carlo

SNAPCHAT | mtatt83

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...