Come Migliorare Le Proprie Abilità Compositive

writing-music1-resizedSe scegliamo di non incentrare la nostra attività musicale intorno alle cover e di scrivere brani originali, allora scrivere delle grandi canzoni è il nostro obiettivo come musicisti. Se ne scriviamo di già, ottimo! Ma arriva un punto nel percorso di qualsiasi musicista nel quale si vuole andare oltre le proprie capacità.

Anche questa è un’ottima cosa perché se seguite questo blog da un po’ saprete che sono un grande fan di darsi sfide e mettersi continuamente alla prova. A livello di composizione questa è certamente un ottimo modo per migliorare le proprie abilità e la qualità delle canzoni. Oggi voglio condividere con voi tre piccoli concetti che a me personalmente hanno aiutato molto a crescere come compositore.

Studiare le canzoni altrui

Prendiamo le nostre canzoni preferite e analizziamole. Com’è strutturata? Cosa viene dopo questa parte? Com’è che avviene questo passaggio? Se tutto va bene, non troveremo la stessa struttura per tutte le canzoni. Ognuno di noi sa scrivere una canzone con lo schema strofa-ritornello-strofa-ritornello, ma ci sono delle varianti a questo.

Non parlo proprio di schema, ma di “schema nello schema”. Ad esempio, com’è strutturata la strofa? Magari ha il classico giro di quattro accordi che si ripete? Oppure è più varia e interessante ed ha una specie di giro di accordi (o riff) che si ripete due volte ma all’interno della strofa stessa crea una specie di stacco? Ci sono infiniti modi per scrivere una canzone e ci sono infinite canzoni al mondo.

Analizzando una canzone, non solo riusciamo a capire meglio come strutturare un brano, ma i nostri orizzonti compositivi si allargano immediatamente perché notiamo delle soluzioni che prima non conoscevamo. Ed è tutto bagaglio personale!

Compiere qualcosa fuori dal comune

beethoven358x508Alla fine degli anni ’90, uno dei dischi che mi piaceva di più era “The Fat of the Land” dei The Prodigy. Benché sia cresciuto con tutt’altro tipo di musica, quel cd mi ha subito preso perché – nel mio piccolo mondo – era qualcosa di fuori dal comune. In molte canzoni c’era una specie di motivetto che ti faceva ricordare la canzone (la chitarra wah di “Firestarter” oppure il grande classico “Check my pitch up, smack my bitch up”), ma non era proprio il ritornello. Le canzoni avevano una struttura tutta loro.

Non era il classico strofa-ritornello-strofa-ritornello-bridge-ritornello-fine, ed è questo il punto. Le nostre abilità compositive e di legare insieme più parti tra di loro si migliorano nel fare qualcosa che vada oltre la classica struttura di una canzone. Oppure, perché non mettere il ritornello all’inizio della canzone? O un pre-ritornello che solo dopo la sua seconda apparizione porta al ritornello? Ricordo alcune canzoni di Marilyn Manson di quel periodo (“The Dope Show”) che avevano un pre-ritornello e un ritornello che durante la canzone addirittura si scambiavano i ruoli.

Scrivere, scrivere, scrivere…

Proprio così. Su questo non c’è trucco, più si scrive e meglio si scrive (forse anche più velocemente?). Per dirla in breve, ripensate alla vostra prima canzone. Ve la ricordate? Io sì! La scrissi nel 1999 e due o tre anni fa ritrovai una vecchia cassetta dove l’avevo registrata insieme ad altre. Era orribile, credetemi, e conosco molti musicisti che condividono con me questa specie di disagio interiore quando ripensano alle loro prime composizioni.

Il punto è che all’epoca nessuno di noi si fermò, anzi andammo avanti perché volevamo scrivere più musica. Guardando le nostre ultime canzoni ne abbiamo fatta di strada e ne abbiamo tanta da fare, ma quello che ci ha permesso di fare strada è stato semplicemente scrivere canzoni. Tante, tante canzoni. Brutte, orrende, carine, belle, comunque sia.

Consiglio gratuito

Non so se per voi funzionerà, ma a volte questo piccolo trucchetto mi aiuta quando mi sento bloccato nella composizione. Prendete una canzone di un’artista che NON vi piace e analizzatela. Se in mezzo ad una canzone che non vi piace riuscite a trovare qualcosa che vi piace, probabilmente è qualcosa che qualitativamente fa per voi. Non parlo di copiare una canzone, sia ben chiaro, semplicemente di cercare ispirazione a livello strutturale, in alcuni passaggi e cose del genere.

Annunci

Autore: Carlo

SNAPCHAT | mtatt83

1 thought on “Come Migliorare Le Proprie Abilità Compositive”

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...